Valorizzazione dell’identità digitale delle attività produttive

Tutte le attività produttive di Verbania (siano esse commerciali, artigiane, alberghiere, ristorative, industriali, ma forse anche le realtà associative) hanno un’endemica ritrosia nei confronti delle progettualità del comune.

Questa ritrosia è spesso dovuta ad una mancanza di condivisione dei progetti, ma altrettanto spesso è anche dovuta ad una mancanza di stimoli nell’ambito dell’innovazione.

Le prime attività di sostegno devono essere volte a riguadagnare fiducia.

Per questo motivo l’idea è quella di realizzare un progetto di valorizzazione dell’identità digitale di tutte le attività aderenti al progetto.

Focalizzandoci in particolare su:

  • analisi stato dell’arte
  • crescita delle competenze territoriali
  • coordinamento e direzione strategica
  • fondi

 

Da avviare

19 azioni da avviare
1 azioni in corso

Azioni


Da avviare
Creazione tavolo di regia
coinvolgimento degli stakeholder

Un ecosistema come quello immaginato, prevede la condivisione delle scelte e il miglioramento delle stesse insieme ad un network di stakholder ( i rappresentanti delle attività produttive, delle associazioni etc).

accettazione delle regole strategiche
un coordinamento così articolato necessita di regole definite.

gli aderenti, dovranno accettare le regole strategiche indicate dal “fornitore e coordinatore”.

A titolo esemplificativo ma non esaustivo:

  • nella proposizione dell’immagine coordinata, potranno scegliere tra 3 proposte basate su “target”, “prodotto”, “sintesi target-prodotto”. Ma non potranno uscire da questi ambiti
  • non potranno contestare quantità della frequenza piani editoriali, e-mail marketing etc. O meglio lo potranno fare se dopo il primo bimestre i dati indicassero dei problemi
  • non potranno scegliere le “parole chiave” per i contenuti dei vari canali
  • dovranno rendersi disponibili al “co-marketing di progetto” ovvero darsi visibilità reciproca in base alle strategie
  • potranno contare sui propri fornitori, non a livello di sostegno dei costi, ma a livello strategico, ovvero ci sono aderenti più “avanti” rispetto ad altri, questi potranno integrare la propria strategia a quella di “progetto”
Reperimento fondi – eventuali costi
individuazione dei fondi per la realizzazione del progetto

Gli aderenti avranno diritto ad un periodo gratuito ( 1 anno) durante il quale potranno fruire del servizio, alla scadenza potranno decidere se continuare a fruirne pagando un abbonamento (mensile o annuale) i cui introiti verranno indirizzi per coprire parte dei costi per i nuovi aderenti e il loro anno di “prova”.

Se invece gli aderenti saranno scontenti, potranno gratuitamente distaccarsi dal servizio.

In ogni caso, un progetto tanto ambizioso ha necessità di un budget e di un piano d’investimento.

il primo step è quello di reperire i fondi e/o quali partner possono farsi carico dei costi:

  • verifica fattibilità ipotesi di “spostamento” fondi “apribottega” al progetto
  • verifica con i partner abituali del comune quale eventuale apporto possono mettere nel progetto ad esempio:
    • distretto dei laghi
    • proloco
    • camera di commercio
    • le associazioni di categoria
  • confronto con la giunta per comprendere le eventuali disponibilità o meno di bilancio.

 

Ufficio Semplice
less is more

In un ottica di co-progettazione con la cittadinanza e di valorizzazione particolare delle istanze giovanili e non solo, non possiamo negare che le pratiche amministrative attualmente siano autoreferenziali, spesso troppo complesse e sicuramente non finalizzate ad un’immediata comprensione.

Per questo motivo è necessario individuare/introdurre un’ufficio al pubblico con lo scopo di unificare e semplificare gli step che i giovani in particolare ( ma non solo) devono svolgere per poter fruire di un determinato servizio o ottenere un determinato vantaggio.

L’ufficio sarà anche il referente per la realizzazione di workshop e attività pubbliche di formazione con lo scopo di confrontarsi con i cittadini, dare loro gli strumenti per lavorare bene con la pubblica amministrazione nonché creare indotto per tutto il territorio.

studio strategico
ovvero concretamente quali attività svolgerà il "fornitore coordinatore" individuato dal comune?

per ogni attività aderente bisognerà:

  •  redarre un canvas
  • individuare target “sentito”dall’attività aderente
  •  individuare target “reale”
  • redarre un piano Funnel per ottimizzare i risultati
  • porsi obiettivi SMART (definibili, misurabili, raggiungibili, realistici, temporalizzabili)
analisi dei dati
Sei già online? misuriamoci.

Tra gli aderenti ci potranno essere diverse tipologie:

  • ci saranno coloro che sono più avanti
  • chi invece dovrà partire da zero.

quest’azione si focalizzerà su coloro che hanno già avviato un piano digitale in moda ottenere:

  • analisi delle attività online degli aderenti
  • analisi della capacità di lead generation
Formazione
so di non sapere

Sarà necessario immaginare un tempo (max 4 mesi) di formazione, sia delle realtà aderenti, sia eventualmente di operatori di livello “junior” che dovranno essere i riferimenti operativi per gli aderenti.

NB per formazione, s’intende una contaminazione tra attività di gruppo, attività singole o per settore, e attività da remoto

creazione immagine coordinata
cosa comunico? come lo comunico?

L’immagine coordinata dovrà prevedere:

  •  tutti canali dell’aderente
  • card e similari per i canali digitali dell’aderente
  • modelli per eventuali stampe (da A5 fino ai rollup)il Metodo di creazione sarà standard per tutti, ovvero 3 proposte, tra cui gli aderenti dovranno scegliere:
  •  proposta focalizzata sul target
  •  proposta focalizzata sull’offerta
  • proposta che cerca sintesi tra target e offerta
Creazione Piano editoriale
cosa scrivo? come lo scrivo? dove lo scrivo?

andrà creato un piano editoriale che valorizzi:

  • – social
  • – seo
  • – serp
Creazione dei canali social
le nuove piazze

Apertura e creazione di tutti i canali social necessari, in base al aderente al suo target e alla strategia necessaria

creazione di landing page
trasformare i contatti in occasioni

Si tratta di una pagina web focalizzata alla presentazione dell’aderente, alla raccolta dati di potenziali clienti e alla predisposizione degli strumenti per valorizzare il Funnel

NB

non è sostitutiva del sito ha uno scopo diverso

portale di progetto
tutto questo va raccontato

un portale che racconti il progetto, tutti gli aderenti, e le opportunità
NL di portale
l'unione fa la forza

Creazione di una NL di portale i cui costi ( anche oltre 2000 iscritti) sono a carico del progetto

creazione di NL – personalizzata
rimani in contatto con i tuoi utenti

creazione di un sistema di NewsLetter per ogni singolo aderente. Gratuito fino a 2000 iscritti a pagamento oltre i 2000 iscritti ( costo a carico degli aderenti)

inserimento negli e-commerce
vendi prodotti? puoi venderli anche online? scopriamolo assieme

Esistono alcuni sistema di E-commerce facilmente gestibili, a cui ci si può iscrivere senza bisogno di crearne uno proprietario.

La scelta in questo caso sarà quello di utilizzare quelli più adatti in base agli aderenti

moniotraggio bimestrale
controlla, controlla, controlla

Ogni 2 mesi andrà fatto un monitoraggio dell’andamento dei singoli progetti e modificarli eventualmente per raggiungere gli obiettivi proposti

ottimizzazioni
controlla l'esistente e valorizzalo

sarà necessario ottimizzare l’esistente e il nuovo in ottica SEO e SERP (visibilità online)
Campagna di comunicazione adeguata
per ogni progetto, è necessario informare adeguatamente i cittadini

Questa azione sarà presente in tutti i nostri progetti, la comunicazione è l’elemento che mette in connessione tra loro gli esseri umani, l’elemento che ci permette di migliorare.

Per questi motivi tutti i nostri progetti dovranno prendere in considerazione una comunicazione adeguata, un piano strategico di comunicazione e un relativo piano editoriale, a titolo esemplificativo potremmo riassumere questa attività in:

  • individuazione del/dei target a cui il progetto si riferisce e che ne beneficeranno
  • individuazione dei partner istituzionali o meno che possano migliorare anche la comunicazione del progetto e il raggiungimento del target
  • ascolto degli input che arrivano dalla città
  • creazione di un piano di comunicazione e relativo piano editoriale

il tutto cercando di identificare degli obiettivi che permettano di valutare la bontà o meno del piano di comunicazione adottato, quindi degli obiettivi:

  • Specifici
  • Misurabili
  • Raggiungibili
  • Realistici
  • Calendarizzabili ( entro quando?)
valutazione impatto economico-lavorativo
quale lavoro? quale impatto economico?

Tutti i nostri progetti, dovranno avere una valutazione d’impatto economico e lavorativo. Per ogni progetto dovremo chiederci e trovare le risposte su:

  • quale impatto positivo può avere sulle opportunità lavorative?
  • quale impatto economico avrà sul nostro territorio? ( valutazione costi/benefici)

e quindi andrà redatta una relazione semplice e chiara sempre ai disposizione dei cittadini.

 

In corso
Censimento stato dell’arte
chi siamo? dove siamo? come comunichiamo?

Sarà necessario redarre un questionario online (che potrà essere compilato in presenza, ma su piattaforma digitale) per definire lo stato dell’arte digitale delle realtà aderenti

Iscriviti alla newsletter