Punto di congiunzione

Un assessorato“dedicato” sarà il nodo centrale di una “rete” che:

  • collegherà l’amministrazione con il mondo giovanile e scolastico
  • favorirà l’autogestione da parte dei giovani di un tempo libero riccodi spazi, mostre, concerti, manifestazioni
  • promuoverà la contaminazione reciproca tra generazioni, progetti, temi e attività. In modo che tutti gli attori coinvolti si riconoscano a vicenda e si rispettino ( rompendo il vecchio approccio per cui ciò che fanno i giovani non interessa alle attività produttive e ciò che può essere utile agli anziani viene visto come un ostacolo dai giovani)
  • nel concetto di Con-Viviamo Verbania, gli spazi avranno un ruolo centrale e come indicato da Maria Santina nel commento, quando parliamo di spazi, è corretto immaginare una contaminazione reciproca tra i giovani e la terza, quarta, quinta età
Da avviare

7 azioni da avviare

Azioni


Da avviare
A) Stato dell’arte Spazi per i giovani
mappiamoci per conoscerci

La prima necessità è quello di mappare tutti gli edifici di cui il comune è proprietario o responsabile.

B) messa online degli spazi
quali spazi? dove ? come?

una volta chiusa la mappatura degli spazi, è necessario mettere online questa mappatura. E per quanto sia auspicabile l’utilizzo di piattaforme open, nonché di strumenti come “riusiamo l’Italia” è anche necessario pensare ad servizio User Friendly, ecco perché affianco ad eventuali strumenti “istituzionali” si utilizzeranno strumenti come “mapotic” focalizzati appunto sull’utente.

luoghi “in comune”
la contaminazione inizia dai luoghi, contaminazione di proposte, contaminazione di generazioni.

Il Comune da una parte si farà promotore della progettazione partecipata di un luogo (aperto ai giovani e non solo) dove poter gustare e fare musica, incontrarsi, ballare in un contesto sano, garantito dai soggetti partners dell’amministrazione (associazioni, “peer educators”… ), possibilmente fruibile 24H 7/7

Inoltre andranno valorizzati i luoghi già attivi, nonché valutata l’opportunità di riaprire i centri d’incontro sociale, focalizzandoli sul patto intergenerazionale.

 

31/03/2019
Libertà di Sport
imparare a calciare contro un muro è metodo migliore per affinare la tecnica....

La pratica sportiva non deve avere sempre legami obbligati a società. Deve essere possibile a tutti, per esempio, accedere a campi di basket – calcio – roller – skate  collocati in aree accoglienti, luminose, belle e circondate dalla vita della città, che partecipa e fa rete.

Ufficio Semplice
less is more

In un ottica di co-progettazione con la cittadinanza e di valorizzazione particolare delle istanze giovanili e non solo, non possiamo negare che le pratiche amministrative attualmente siano autoreferenziali, spesso troppo complesse e sicuramente non finalizzate ad un’immediata comprensione.

Per questo motivo è necessario individuare/introdurre un’ufficio al pubblico con lo scopo di unificare e semplificare gli step che i giovani in particolare ( ma non solo) devono svolgere per poter fruire di un determinato servizio o ottenere un determinato vantaggio.

L’ufficio sarà anche il referente per la realizzazione di workshop e attività pubbliche di formazione con lo scopo di confrontarsi con i cittadini, dare loro gli strumenti per lavorare bene con la pubblica amministrazione nonché creare indotto per tutto il territorio.

Campagna di comunicazione adeguata
per ogni progetto, è necessario informare adeguatamente i cittadini

Questa azione sarà presente in tutti i nostri progetti, la comunicazione è l’elemento che mette in connessione tra loro gli esseri umani, l’elemento che ci permette di migliorare.

Per questi motivi tutti i nostri progetti dovranno prendere in considerazione una comunicazione adeguata, un piano strategico di comunicazione e un relativo piano editoriale, a titolo esemplificativo potremmo riassumere questa attività in:

  • individuazione del/dei target a cui il progetto si riferisce e che ne beneficeranno
  • individuazione dei partner istituzionali o meno che possano migliorare anche la comunicazione del progetto e il raggiungimento del target
  • ascolto degli input che arrivano dalla città
  • creazione di un piano di comunicazione e relativo piano editoriale

il tutto cercando di identificare degli obiettivi che permettano di valutare la bontà o meno del piano di comunicazione adottato, quindi degli obiettivi:

  • Specifici
  • Misurabili
  • Raggiungibili
  • Realistici
  • Calendarizzabili ( entro quando?)
valutazione impatto economico-lavorativo
quale lavoro? quale impatto economico?

Tutti i nostri progetti, dovranno avere una valutazione d’impatto economico e lavorativo. Per ogni progetto dovremo chiederci e trovare le risposte su:

  • quale impatto positivo può avere sulle opportunità lavorative?
  • quale impatto economico avrà sul nostro territorio? ( valutazione costi/benefici)

e quindi andrà redatta una relazione semplice e chiara sempre ai disposizione dei cittadini.

 

Iscriviti alla newsletter