Più eventi e iniziative

A Verbania vi sono sempre più presenze turistiche: erano 801.501 nel 2015, sono state 913.845 nel 2018, +12 %. Proprio per questo l’idea è di sviluppare in città e alle spalle e/o attorno alla rete ricettiva unaFILIERA PRODUTTIVA a sostegno dell’indotto (produzioni tessili, gadgets, floricole, artigianali, alimentaridotate di MARCHIO). La forza lavoro proveniente dalle fasce giovanili, dalle fasce medie espulse dal lavoro,dall’immigrazione regolare, portatori di professionalità nelle arti artigiane in grado di qualificare nuove lineein ambiti dedicati. L’imprenditoria potrebbe essere esogena o endogena ma in ogni caso avrebbe necessitàdi alcune facilitazioni (snellimento burocratico e agevolazioni energetiche e/o fiscali). Non pare né probabile né auspicabile che le politiche del lavoro possano riguardare la grande industria.D’altro canto, per la città-sistema che si fondi sul benessere e sulla bellezza le politiche del lavoro possono rivolgersi solo a SERVIZI, SALUTE, TURISMO e PICCOLE FILIERE ARTIGIANE.

Mentre le politiche per il lavoro costituiscono sicuramente un nodo cruciale per lo sviluppo della CITTA’SISTEMA (per creare ricchezza, per qualificare la vita dei cittadini, per trattenere e/o richiamare in città i giovani che vi si allontanano per gli studi senza più ritornare, per promuovere crescita demografica eringiovanimento della popolazione residente, ecc.), è un fatto che non può essere l’ente locale a svolgervi l’azione principale.

Tuttavia, l’Ente Locale può svolgere la funzione di catalizzatore di processo o, in casi ben definiti, quella diIMPRENDITORE SUPPLENTE ove il privato non sia presente o sia latitante. Anche qui si può ipotizzare un disegno che attivi poche e qualificate start-up (intercettando finanziamenti di fondazioni o progetti tipo quelli per le smart city) che rivolgano la loro attenzione ai settori costitutivi della filiera a sostegno di una INDUSTRIA DEL TURISMO (produzioni qualificate in tutti i settori, dal micro-tessile, all’artigianato dei gioielli, a quello della bigiotteria, a quello dell’arredo, a quello dell’agro-alimentare e del floro-vivaistico) conadeguata dotazione di MARCHIO UNICO TERRITORIALE) che ora è totalmente assente.

Si tratta di orientare allo scopo le vocazioni delle Scuole Professionali e di promuovere la condivisione con le Associazioni di categoria al fine di costruire una cultura di sistema.

SU COSA PUNTARE:

  • LAGO (da bellezza e beneficio gratuito su cui “galleggia” un turismo di accoglienza alberghiera o in plan air ma che non produce ricchezza distribuita a LAGO COME CAPITALE per il ben-essere né e come fonte/risorsa economica)
  • PISTE CICLABILI
  • IL MAGGIORE
  • UNIVERSITA’ (la prospettiva insediamento da realizzare a Villa San Remigio con UNIPO)
  • SCUOLE (in città esistono scuole di eccellenza ma occorre caratterizzare Verbania come realtà-

    sistema modello a vantaggio dei giovani cittadini

  • ARTIGIANATO E IMPRESA (frammentato e non in rete, dunque da incentivare e promuovere come

    NUOVO SISTEMA PROPULSIVO PER LA CITTA’)

    Grazie ad un lavoro coordinato con la Pro Loco, quello delle associazioni e l’intervento diretto dell’Amministrazione, la città ha visto in questi anni crescere, e diventare ogni anno più partecipate, molteiniziative ed eventi di successo e qualità che vogliamo confermare: da Divertilandia al successo del Battello di Babbo Natale e Verbania On Ice, ai Presepi a Suna, dalle iniziative di Verbania Street Art a quelledell’ultimo Agosto Verbanese, al Capodanno in piazza.

    E poi il nuovo premio letterario Verbania For Women e gli eventi connessi, il rilancio di Letteraltura,l’innovativo premio Cross Festival di arti moderne, Editoria e Giardini, il nuovo festival Poliritmica, Beach ForBabies, Il premio Strega che ha toccato Verbania, le numerose iniziative promosse dalla Biblioteca a partire da Allegro Con Brio. Per una città più viva e dinamica e ricca di appuntamenti che sappia proporre ogni anno un Grande Evento (tappa Giro d’Italia, Frecce Tricolori, Maratona del Lago ecc.)

Da avviare

2 azioni da avviare

Azioni


Da avviare
Rilancio spazi a lago

Con due iniziative imprenditoriali di successo, stimolate dalle scelte dell’Amministrazione, gli spazi comunalidelle piscine di Suna e della Beata Giovannina sono rinate, diventando luogo attrattivo per un turismo giovane e dinamico, a cui occorrerà aggiungere la Colonia Solare a Suna e in prospettiva lo ex I.A.T. a Pallanza.

Una scuola più sostenibile e sempre ai vertici

Grazie ai continui e costanti interventi in ogni bilancio comunale, di servizi, manutenzione, pasti bio, raccolta differenziata, premiano ancora una volta la qualità delle scuole di Verbania che si classifica al 1° posto in Piemonte e al nono in Italia nella classifica annuale di Legambiente per la qualità degli edifici scolastici comunali. Un risultato da confermare anche nel futuro.

Iscriviti alla newsletter