Piano leggero urbano del traffico

In attesa di soluzioni definitive al problema dell’attraversamento della città, occorre affidare a un concorso di idee la realizzazione di interventi “leggeri”per poter sollevare dalla pressione del traffico le zone più congestionate. Ci rendiamo già disponibili in un confronto sereno sulle azioni già intraprese dall’attuale amministrazione.

A titolo esemplificativo citiamo alcune semplici e immediate criticità che dovranno essere affrontate:

  • traffico sul lungo lago
  • capire reale fattibilità del progetto proposto dal PD “strada di gronda”
  • piano parcheggi
  • via 25 aprile e ipotesi di pedonalizzazione
  • integrazione piste ciclabili col tessuto urbano
  • piano parcheggi
  • valorizzazione traporti pubblici
Da avviare

14 azioni da avviare

Azioni


Da avviare
Parcheggi, pedoni, sicurezza, bus
un piano di ottimizzazione

Nell’ ottica di  ottimizzazione pensata nel piano leggero del traffico è necessario  ricordarsi che alcuni elementi tra i vari progetti s’intersecano tra loro, sia per migliorare il piano, sia un efficientemente dei trasporti, fino alla sicurezza delle persone. A titolo semplificativo ma non esaustivo:

  • Ripensare alla messa in sicurezza di moltissimi passaggi pedonali ( da mappare)
  • Un piano parcheggi ottimizzato, coordinato con le linee dei trasporti per avere facilità d’interscambio mezzo privato/mezzo pubblico ( possibilmente integrandolo con gli accessi alle piste ciclabili)

 

Piano regolatore orari scuole
Più sicurezza per i nostri figli, meno traffico traffico per la nostra città

Crediamo sia fondamentale prendere atto che le scuole sono dei punti nevralgici a livello di gestione del traffico e di presenza di mezzi pubblici, a seguito di questa presa d’atto parecchi sono gli elementi da definire a nostro avviso:

  • una pianificazione ancora più capillare degli orari d’ingresso e d’uscita dalle scuole.
  • un confronto con gli operatori dei trasporti e con la polizia urbana perché questa pianificazione sia coerente
  • un confronto con gli operatori alberghiero/ristorativi per un confronto sui temi e i modi delle tour operator che portano in città molti autobus, e un incrocio tra le loro esigenze e la proposizione di un piano regolatore degli orari delle scuole.
Rete piste ciclabili
è un lavoro iniziato, ma terminato

E’ indispensabile  far ripartire i progetti relativi alla rete delle piste ciclabili, con un confronto sereno con tutti i partner per comprendere quali siano state le attuali problematiche che non hanno permesso di concluderlo.

Inoltre è il caso di riprendere in mano il progetto di “bicincittà” e comprenderne al reale fattibilità

30/09/2019
mappa piste ciclabili
la conoscenza è potere...

è necessario realizzare una mappatura obiettiva delle piste ciclabili attualmente percorribili, le eventuali problematiche e rendere questa mappatura disponibile online per ottenere il doppio scopo:

  • avere uno strumento di  comunicazione in più verso il cicloturismo che potranno verificare i percorsi esistenti
  • ottimizzare la pianificazione e la definizione dei cantieri per l’ultimazione di quelle in essere o la realizzazione di nuove
Creazione Urbani Ciclabili
muoversi a pedali in città

Per percorsi ciclabili urbani si devono intendere percorsi che si innestano dove le piste ciclabili finiscono con un proseguimento visivo colorato.

Una striscia colorata di 50 cm applicata lateralmente alle normali sedi stradali.

E’ statisticamente dimostrato che strade più strette fanno diminuire la velocità degli autoveicoli soprattutto in un contesto urbano

Queste strisce “amiche delle biciclette” sono di facile realizzazione ,economiche, di basso impatto ambientale e tramite percorsi studiati bypassano i punti di criticità con percorsi alternativi dove per le biciclette è pericoloso passare .

Questi percorsi di colori diversi condurranno a diversi itinerari :

  • lago
  • punti di interesse
  • centro storico
  • stazione
  • villa Taranto
  • villa Giulia
  • Pallanza
  • Intra
  • San vittore
  • canottieri
  • coinvolgendo comuni limitrofi fino a Cannero e Cannobio

 

31/07/2019
Proposta di pedonalizzazione via 25 aprile
riprendere il progetto della giunta Zanotti

è necessario inserire nel piano urbano del traffico una serie di considerazioni tra cui la pedonalizzazione di via xxv aprile.

siamo consapevoli di quanto sia complessa l’area ma vanno valutate alcune possibilità quali:

  • accesso ai soli residenti
  • valorizzazione dell’area pedonale facendo diventare via XXV aprile l’ingresso all’area all’area pedonale rappresentata
messaggi puntuali per automobilisti, cittadinanza, e turisti
Nel 2019 gli strumenti per migliorare la comunicazione in tempo reale con la cittadinanza esistono! basta usarli.

è necessario immaginare strumenti per inviare messaggi puntuali ai cittadini, agli automobilisti e ai turisti.

in un ottica di smart city i primi strumenti dovrebbero essere:

  • canale whattsapp
  • canale telegram ( e relativa alfabetizzazione )
  • altri canali social ( ad esempio fb dedicato) per allerte etc
  • beacon notifiche su cellulare
  • pannelli digitali.

 

Valorizzazione Info Orari
comunicare, comunicare, comunicare

Nel 2019 il sistema di comunicazione e visibilità degli orari e dei tragitti deve essere molto più semplice, intuitivo, immediato e se necessario “su misura”.

A questo proposito oltre a servizi di miglioramento della comunicazione “standard” ( cartellonistica etc) è necessario ripensare agli strumenti che il digitale messe a disposizione, a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

  • canali telegram ad hoc
  • servizi SMS per info orari
  • app/sito multilingua dedicato agli orari e ai tragitti
DiversamenteFermate
Affrontare il problema delle barriere architettoniche in ogni loro sfaccettatura

Istituire fermate predeterminate, con opportuna segnaletica, per consentire ai disabili di salire sull’autobus, facilitate da marciapiedi senza barriere architettoniche, con la posa di elevatori o con la chiamata di un volontario (protezione civile, carabinieri in congedo, o tipo nonno vigile) che entro tempi prestabiliti raggiunga la fermata per aiutare il disabile a salire scendere dall’autobus, magari seguendolo nel suo tragitto con l’esenzione del pagamento del biglietto;

taxibus
Uber sostenibile

Considerando la natura fortemente dispersa dell’area metropolitana di Verbania/VCO è necessario pensare nuove strategie di offerta di sistemi a chiamata del tipo taxibus. Ad esempio pensando a favorire la nascita/sviluppo di cooperative (per evitare abusivismi o lavoro in “nero”) con dei pulmini 9 posti che possano effettuare il servizio “a chiamata” (partendo anche dal fallimento di iniziative precedente del VCO Trasporti (costo dell’autista incidente in misura rilevante). Nuove idee possono essere studiate facendo uso dei moderni sistemi di comunicazione (internet, apps, informatica applicata), così come pensando non tanto al servizio porta a porta, ma a punti di ritrovo lungo diverse linee di percorso prefissate;

  1. Estendere questo servizio, non più a chiamata, vista anche la cancellazione da parte di FS delle fermata di Premosello, Mergozzo ecc. con trasporto dei pendolari a Verbania o Stresa;
taxibus/convenzioni alberghiero turistiche
Uber sostenibile 1

Si può immaginare di creare un servizio sperimentale dal duplice “target”

  1. servizio standard di taxibus con orario limite ( ipotesi 9,30 del mattino)
  2. in attesa di effettuare il servizio di ritorno, ci si può confezionare con gli albergatori per servizi che portino ai maggiori punti d’interesse:
    • Villa Taranto
    • Musei
    • Centri commerciali
    • intra/pallanza in genere

Il tutto può essere ottimizzato da una semplice sistema informatico che può essere implementato nei servizi digitali alla cittadinanza o con la creazione ad hoc di messaggistica per le chiamate.

valutazione impatto economico-lavorativo
quale lavoro? quale impatto economico?

Tutti i nostri progetti, dovranno avere una valutazione d’impatto economico e lavorativo. Per ogni progetto dovremo chiederci e trovare le risposte su:

  • quale impatto positivo può avere sulle opportunità lavorative?
  • quale impatto economico avrà sul nostro territorio? ( valutazione costi/benefici)

e quindi andrà redatta una relazione semplice e chiara sempre ai disposizione dei cittadini.

 

Campagna di comunicazione adeguata
per ogni progetto, è necessario informare adeguatamente i cittadini

Questa azione sarà presente in tutti i nostri progetti, la comunicazione è l’elemento che mette in connessione tra loro gli esseri umani, l’elemento che ci permette di migliorare.

Per questi motivi tutti i nostri progetti dovranno prendere in considerazione una comunicazione adeguata, un piano strategico di comunicazione e un relativo piano editoriale, a titolo esemplificativo potremmo riassumere questa attività in:

  • individuazione del/dei target a cui il progetto si riferisce e che ne beneficeranno
  • individuazione dei partner istituzionali o meno che possano migliorare anche la comunicazione del progetto e il raggiungimento del target
  • ascolto degli input che arrivano dalla città
  • creazione di un piano di comunicazione e relativo piano editoriale

il tutto cercando di identificare degli obiettivi che permettano di valutare la bontà o meno del piano di comunicazione adottato, quindi degli obiettivi:

  • Specifici
  • Misurabili
  • Raggiungibili
  • Realistici
  • Calendarizzabili ( entro quando?)
Valorizzazione di ComuniChiamo
Abbiamo uno strumento usiamolo al meglio

Il comune di Verbania già paga un servizio di un App che serve per segnalare problematiche di vario tipo, in particolare negli ambiti di “decoro della città”, “mobilità”, “accessibilità”,” disservizi”. In un ottica di valutazione se lo strumento sia adatto o meno alle esigenze della città , è evidente che sicuramente vada sfruttato al meglio almeno fino al decadere di eventuali vincoli contrattuali ( alla cui scadenza si valuterà se continuare o meno).

Questa ottimizzazione a nostro avviso passa sicuramente per i progetti:

e naturalmente in tutti gli ambiti che potrebbero sfruttarlo al meglio

Iscriviti alla newsletter