Lago Monti

Va realizzata una progettualità ad hoc che “metta in connessione”  i percorsi cittadini (storici, museali, e di svago) con i limitrofi percorsi “sentieristici” collinari o a volte anche cittadini, magari passando tramite la valorizzazione delle piste ciclabili, il tutto magari coordinato dalla valorizzazione di realtà associative territoriali ( esempio terreste, cai etc) fino a quelle scolastiche ( alternanza scuola/lavoro)

 

Da avviare

6 azioni da avviare

Azioni


Da avviare
Tavolo di Regia lago e monti
chi siamo? cosa facciamo? come lo facciamo?

Bisogna creare un tavolo di regia e relativo metodo di lavoro perché gli stakeholder legati al tema dell’offerta sentieristica e non solo si coordino tra loro e con l’amministrazione affinché si dia un offerta coerente e semplice. A titolo esemplificativo ma non esaustivo citiamo:

  • associazione TerreAlte per tutto il lavoro già iniziato e realizzato sul tema sentieristce collinare e sua applicazione in ambito turistico anche con un occhio a verbania
  • il CAI sempre per il lavoro di mappatura sentieristica nonché per le offerte di escursioni
  • le associazioni legate al mondo del “ciclabile” perché un offerta seria non può non integrarsi con il modo delle “2 ruote”
  • il mondo delle guide turistiche per un coordinamento serio
  • le associazioni di categoria in ambito Alberghiero/ristorativo in modo da capire se esistono sinergie possibili anche in base alla loro esperienza diretta
  • il mondo scolastico per quanto riguarda la valorizzazione dell’alternanza scuola/lavoro sui temi di valorizzazione “animate” dei percorsi che si vogliono promuovere
  • la commissione giovani proprio per un apporto specifico

 

Mappatura dei percorsi
Quali percorsi vogliamo raccontare ?

Prima di tutto, va fatta una mappatura uniforme dei percorsi “naturalistici” che possiamo offrire ai turisti. Partendo dalla mappatura del territorio urbano e incrociandolo con quella ciclabile e quella dei sentieri collinari e montani raggiungibili.

 

Messa online della mappatura percorsi
quali percorsi ? dove trovarli?

Una volta mappati, i percorsi vanno messi online su una piattaforma semplice, multilingua e funzionale in modo che cittadini e turisti possano utilizzarla senza problemi.

Valorizziamo il progetto Scuola/lavoro
connessione scuola/amministrazione

Esiste uno strumento ministeriale come “scuola lavoro” in quest’ottica bisogna immaginare possibili attività che creino sinergie, formino gli studenti e creino un circolo virtuoso, a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

  • creazione di percorsi linguistici della città, dove gli studenti fanno da “guide” per i turisti in in lingua
  • attività di valorizzazione musicale, dove in appuntamenti “puntuali” della città si possano trovare dei piccoli concerti
  • valorizzazione della comunicazione amministrativa, in collaborazione con le scuole di grafica e comunicazione, immaginare un percorso di valorizzazione della comunicazione istituzionale.

ovviamente queste ipotesi possono diventare strumenti di valore, reale e quindi progetti “autonomi” a seguito degli incontri di co-progettazione

Campagna di comunicazione adeguata
per ogni progetto, è necessario informare adeguatamente i cittadini

Questa azione sarà presente in tutti i nostri progetti, la comunicazione è l’elemento che mette in connessione tra loro gli esseri umani, l’elemento che ci permette di migliorare.

Per questi motivi tutti i nostri progetti dovranno prendere in considerazione una comunicazione adeguata, un piano strategico di comunicazione e un relativo piano editoriale, a titolo esemplificativo potremmo riassumere questa attività in:

  • individuazione del/dei target a cui il progetto si riferisce e che ne beneficeranno
  • individuazione dei partner istituzionali o meno che possano migliorare anche la comunicazione del progetto e il raggiungimento del target
  • ascolto degli input che arrivano dalla città
  • creazione di un piano di comunicazione e relativo piano editoriale

il tutto cercando di identificare degli obiettivi che permettano di valutare la bontà o meno del piano di comunicazione adottato, quindi degli obiettivi:

  • Specifici
  • Misurabili
  • Raggiungibili
  • Realistici
  • Calendarizzabili ( entro quando?)
valutazione impatto economico-lavorativo
quale lavoro? quale impatto economico?

Tutti i nostri progetti, dovranno avere una valutazione d’impatto economico e lavorativo. Per ogni progetto dovremo chiederci e trovare le risposte su:

  • quale impatto positivo può avere sulle opportunità lavorative?
  • quale impatto economico avrà sul nostro territorio? ( valutazione costi/benefici)

e quindi andrà redatta una relazione semplice e chiara sempre ai disposizione dei cittadini.

 

Iscriviti alla newsletter