Alla Sollecitazione di ManiTese

In data 30 aprile 2018 la cooperativa sociale ManiTese, ha inviato a noi e a tutti i candidati sindaci una mail in cui chiedeva risposte concrete e trasparenti sul tema dell’Economia Circolare e la nostra posizione al riguardo. Per chi fosse interessato lasciamo qui il testo della comunicazione.

Siamo veramente lieti di questa sollecitazione (ne abbiamo avuta già una ad ARCI a cui abbiamo risposto, e una simile dal mercatino dell’usato) cogliamo quindi l’occasione per rispondere speriamo adeguatamente.

La nostra posizione sull’economia circolare

Prendendo spunto dalla grafica che vedete qua sopra (presa dal sito dell’unione europea) crediamo di poter dimostrare come il nostro programma preveda da una parte progetti ad hoc e dall’altra sia permeato e integrato in ogni suo aspetto dai temi dell’economia circolare (perché riteniamo che i soli progetti a se stanti, senza contaminazione nell’attività quotidiana dell’amministrazione non siano sufficienti)

 Materie Prime

Siamo a Verbania ed è innegabile che una delle materie prime di riferimento sia l’acqua, noi cerchiamo di creare un valore oggettivo a questa materia prima, da una parte trovate il progetto “L’acqua il nostro futuro e il nostro presente” dove prevediamo non solo un ottimizzazione e valorizzazione degli impianti idrici (meno sprechi), ma dove riteniamo fondamentale la possibilità di collaborare con realtà (associative, no profit, startup etc) che permettano di creare un circolo virtuoso anche in ambito lavorativo. Inoltre il progetto “recupero delle sponde” da una parte aggiunge possibilità in ambito lavorativo ed economico, e dall’altra prevede la crescita della consapevolezza e delle competenze per i ragazzi delle scuole, in modo che le generazioni future crescano con maggiore consapevolezza su questi temi.

Ma proprio in un’ottica di dialogo e valorizzazione senza pre-concetti, siamo convinti che la progettualità portata avanti dal PD (in particolare da Nicolò Scalfi) sul  monterosso possa essere un valore per il nostro futuro.

 

 Progettazione

Per noi esiste la Co-Progettazione perché sarebbe arrogante credere che una sola realtà politica (in caso di vittoria elettorale) possa avere tutte le risposte (ancor meno la sola figura del sindaco), come avete visto nei progetti citati al paragrafo precedente (ma anche in molti altri) la creazione di “tavoli di regia” è uno strumento fondamentale per co-progettare, esattamente come riprendere e valorizzare ciò che di buono si è iniziato (anche in questo caso troverete molte azioni legate a “ri-usiamo verbania”) ma per trasparenza e a dimostrazione che in tempi non sospetti avevamo già apprezzato questo tipo di progettualità, vi lasciamo questo articolo del 2018 dove Renato faceva i complimenti alle potenzialità del progetto, a dimostrazione di quanto siamo onesti quando parliamo di Dialogo e valorizzazione delle buone pratiche. Inoltre invitiamo i cittadini, le associazioni di categoria, le no-profit, e chiunque abbia delle proposte e delle progettualità  da suggerirci a iniziare il percorso di co-progettazione inviandoci tramite questo form le loro idee, in modo che possiamo iniziare anche il confronto diretto.

 Produzione e Rifabbricazione

Qui veniamo ad un tema caro non solo a ManiTese ma a tutta la Città, nel progetto su “ex area acetati troverete nelle azioni come indichiamo il polo del riuso  un’occasione da non perdere, sempre in un ottica di co-progettazione con la Città, e quando parliamo di opportunità legate alle raccolta differenziata , o del patto tra amministrazione e giovani nonché nel progetto denominato Vivere in Riuso ci permettiamo di favorire la nascita di uno o più fablab ( laboratori/officine di anche di fabbricazione digitale, stampa 3D etc) perché riteniamo sia fondamentale in un’ottica di sviluppo che queste opportunità vengano valorizzare e sostenute.

 Distribuzione,Consumo, Riutilizzo, Riparazione

Per quanto nella infografica ad inizio articolo, questi elementi siano indicati come “step consecutivi uno all’altro” noi crediamo che ogni step dell’economia circolare non debba essere “a se stante”, e abbiamo quindi deciso raccontare in quest’unico paragrafo la nostra posizione su questi elementi perché oltre ai progetti già indicati in precedenza che crediamo rispondano già a molte esigenze, vogliamo anche citare e declinare meglio il progetto Viviere in Riuso nato anche da una sollecitazione del Mercatino dell’Usato e da un incontro fatto anche alla presenza di ManiTese, un progetto che cerca di rendere concrete le 5 R:

Riusa Ripara Rigenera Riduci Ricicla.

 Raccolta – Riciclaggio

Come per il punto precedente e per gli stessi motivi anche in questo caso uniamo i 2 temi: crediamo che una buona risposta progettuale sia rappresentata dal progetto: “ritorno all’eccellenza sui temi di raccolta differenziata e di energia sostenibile”qui non solo trovate proposte per migliorare il tema della “misurazione puntuale” di quanto riciclato dai singoli cittadini, ma anche la valorizzazione e collaborazione con associazioni no-profit, startup, enti preposti, associazioni di categoria etc etc con il triplice scopo:

  1. Ottimizzare la progettualità per creare eccellenza di servizio reale (con vantaggi anche economici per i cittadini)
  2. Creare competenze nelle giovani generazioni che possano essere poi spese sul mercato del lavoro.
  3. Valorizzare la consapevolezza di come questi temi siano centrali per il futuro della nostra società.
In conclusione

Siamo consapevoli che la sollecitazione di ManiTese cita la centralità dei temi “sociali” collegati all’economia circolare, e siamo certi che abbiano ben presente come anche in questo caso si tratti di temi fondanti della nostra lista civica,  solo per citarne alcuni:

  • Con-Viviamo Verbania, rappresentata uno strumento di valorizzazione concreto del patto intergenerazionale tra giovani e anziani.
  • Osservatorio sociale, è un esempio di quanto sia fondamentale avere sempre il polso della situazione per poter attuare progetti e azioni perché nessuno resti indietro.
  • L’unione fa la forza, altro progetto focalizzato proprio sull’integrazione reale, tra generazioni, esperienze, ed esigenze diverse tra loro.

Speriamo che la nostra risposta soddisfi le richieste di ManiTese e naturalmente saremmo lieti se volesse darne pubblica diffusione sui suoi canali, come a suo tempo ha fatto ARCI per la nostra risposta alle loro sollecitazioni.

Ma in ogni caso vogliamo ringraziare la cooperativa ManiTese, sia per essersi resa disponibile agli incontri di co-progettazione sia per questa sollecitazione pubblica.

 

#DiversamenteEconomiaCircolare

 

Iscriviti alla newsletter